Contro lo smantellamento dei Monopoli: la parola ai Lavoratori!

L’art. 40 del decreto legge n. 159 pubblicato in G.U. il 2/10/2007 prevede di fatto un nuovo smantellamento dell’AAMS perché oltre alla costituzione di una nuova agenzia fiscale e l’attribuzione ad essa di non meglio individuate attività oggi svolte dall’AAMS, prevede la possibile trasformazione di tale agenzia in ente pubblico economico, che come sappiamo è l’anticamera della trasformazione in S.p.A. e l’attribuzione di altre attività oggi svolte dall’AAMS (leggi: le accise sui tabacchi) ad altre agenzie fiscali (leggi: Dogane).

 

Inoltre c’è di fatto la delega in bianco al Ministro, che potrà fare in pratica quello che vuole e senza limiti di tempo, naturalmente in assenza totale di previsioni per il personale.

 

Le RdB sulla questione in argomento, su esplicito mandato dell’assemblea dei lavoratori della direzione generale, hanno proclamato lo stato di agitazione del personale, richiedendo contemporaneamente un incontro al sottosegretario Grandi.

 

Alleghiamo la richiesta di incontro contenente la mozione approvata a stragrande maggioranza dai lavoratori della direzione generale, che chiediamo di approvare in tutte le Direzioni Regionali ed inviare per e-mail all’indirizzo

info@monopolidistato.rdbcub.ito al fax 06 7628233.

Le vostre mozioni ci daranno forza contro questo ennesimo tentativo di smantellamento dei Monopoli di Stato.

 


Al Sottosegretario del Ministero

dell’Economia e delle Finanze

On. Alfiero Grandi

Piazza Mastai, 11

00153 Roma

 

Oggetto: richiesta di incontro urgente.

 

In relazione all’art. 40 del del decreto legge collegato al disegno di legge finanziaria per il 2008 la scrivente O.S. – su esplicito mandato dell’assemblea dei lavoratori della Direzione Generale – nel rilevare:


- l’assenza nel testo di norme di tutela per il personale in servizio presso l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato;

 
- la conseguente incongruenza con le norme che hanno attuato le precedenti riorganizzazioni sia dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato che del Ministero delle Finanze;

 
- il rischio di una imminente approvazione del testo senza la necessaria verifica con le organizzazioni sindacali;

 

proclama lo stato di agitazione del personale e chiede un urgente incontro.

 

L’assemblea infatti ha impegnato la scrivente O.S. sulla seguente piattaforma:

 

1) NO alla trasformazione in Ente Pubblico Economico;

 

2) SI al mantenimento all’interno del Comparto Agenzie Fiscali;

 

3) Aggiornamento stipendiale con la stabilizzazione e perequazione dell’indennità di amministrazione al livello di quella delle Agenzie Fiscali;

 

4) Riqualificazione di tutto il personale e attribuzione del livello economico superiore all’atto del primo inquadramento nel diverso ordinamento professionale del contratto Agenzie Fiscali.

 

Distinti saluti.

 
Roma, 4 ottobre 2007

Per RdB Pubblico Impiego: Alessandro Scatolini, Stefania Lucchini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni