Emilia Romagna - L'accordo regionale che annulla le ore ai lavoratori.

Bologna -

Un accordo sindacale che scippa le ore ai Lavoratori? In Emilia Romagna ce l’abbiamo!

 

Vi siete mai chiesti perché alla fine di ogni mese spesso vi vengono tolte (scippate) ore che avete lavorato?

 

A. Il destino

B. Grrrr… ancora Brunetta…

C. Un accordo sindacale regionaleLa risposta esatta è la “C”: un accordo sindacale regionale!

 

Incredibile ma vero, l’accordo regionale del 4 marzo 2004 prevede che tutte le ore “a recupero” eccedenti il limite massimo di 60 minuti vengano ogni mese annullate (scippate) ai Lavoratori.

 

Lo considerammo sindacalmente inconcepibile allora, figurarsi adesso che, oltre tutto, la grande torta economica degli straordinari è riservata (in modo anche poco trasparente…) a pochi, mentre a tutti gli altri Lavoratori vengono addirittura scippate le ore “a recupero” lavorate…

 

RdB ha provveduto ad inviare richiesta urgente d’incontro in materia alla Dre.

 

Leggi il testo della lettera inviata alla Direzione Regionale dell'Emilia Romagna e scarica il documento originale in fondo a questa pagina.


Roma, 13 ottobre 2008

Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale dell’Emilia Romagna

Alla c.a. del Direttore Regionale, Dott. Ciro De Sio

Area di Staff - Ufficio Relazioni Sindacali

Dott.ssa M. G. Baglivo

E, per conoscenza

A tutte le OO.SS. regionali di comparto

Ai Lavoratori della regione

Oggetto: accordo sindacale regionale del 4 marzo 2004. Azzeramento alla fine di ciascun mese delle ore a credito “a recupero” dei Lavoratori accumulate oltre il limite dei 60 minuti.

L’accordo regionale del 4 marzo 2004, già allora non condiviso da questa O.S., stabilisce che le “ore a credito eccedenti non classificate” vengano ogni mese azzerate a ciascun Lavoratore per tutto ciò che eccede il limite dei 60 minuti.

Si tratta cioè di prestazioni lavorative rese che l’Agenzia non solo  non pagherà in alcun modo in quanto non preventivamente autorizzate quale “straordinario”, ma che in virtù dell’accordo sindacale regionale in oggetto vengono addirittura annullate al Lavoratore alla fine di ogni mese.

Una situazione che riteniamo sindacalmente inconcepibile oggi anche più di allora, con l’Agenzia che si avvale comunque delle prestazioni lavorative non solo senza remunerarle in alcun modo, ma addirittura annullandole alla fine di ogni mese in virtù di apposito accordo sindacale.

Tutto questo in un quadro abbastanza comune negli uffici della regione in cui il budget dello straordinario viene riservato in quantità cospicua a favore di pochi e viene invece precluso alla maggior parte dei Lavoratori, gli stessi che poi si vedono anche annullate le ore “a recupero” maturate nel corso del mese, salvo poi “ovviamente” dover interamente recuperare eventuali permessi personali successivi.

Crediamo si renda evidentemente necessaria una completa revisione di tale accordo e chiediamo pertanto un incontro urgente in materia.

p. RdB Cub - Agenzie Fiscali Emilia Romagna, Vincenzo Capomolla

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni