Emilia Romagna - Riorganizzazione: no, non ci siamo!

E adesso vorrebbero la mobilità, accorpamenti delle aree, flessibilità dei lavoratori...

Bologna -

Una convocazione indisponente ed offensiva. Dopo 2 mesi dall’ultimo incontro, con tutti i problemi dei Lavoratori che finalmente abbiamo potuto portare ad un tavolo di discussione, nessuna risposta, nessuna volontà  di arrivare ad accordi, nessuna chiarezza sull’Agenzia di domani, sul futuro dei Lavoratori, degli immobili, delle sedi, addirittura si negavano ulteriori attivazioni di direzioni provinciali in regione che gli uffici interessati invece danno per imminenti.

 

Come sempre, il Futuro che non ci dicono… Le uniche 2 garanzie spergiurate dall’Agenzia e dallo stesso direttore Befera sembrano già  carta straccia prima ancora di iniziare. Ricordate? Nessuno si muoverà  e… tutti continueranno a fare il lavoro che facevano… Ci hanno detto invece che la sperimentazione è finita e va tutto bene (dopo 2 mesi “abbiamo già  inviato i primi 2 avvisi di accertamento”…).

 

Ora ci sono solo 2 esigenze: accorpare le aree del controllo, cominciando dall’area 1 e da quella legale, la mobilità  dei Lavoratori e la loro flessibilità. E ancora: capi team e figure di coordinamento. Pronte le nomine, con team anche da 4 persone e che fanno carta straccia anche del Contratto Integrativo che ci risulta abbia firmato anche l’Agenzia…


CFL e TIROCINANTI Come annunciato, RdB ha portato la questione al tavolo. Risposta: per i Cfl si prospetta la soluzione positiva per tutti, per i Tirocinanti esame finale tra maggio e giugno ed assunzione a settembre ma solo per il numero già previsto: “non capiamo quale sia il problema… il bando di concorso parla chiaro sul numero degli assunti…”

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni