Entrate - ex Agenzia Territorio: non siamo dell'Entrate solo quando fa comodo a loro

USB chiede subito i fondi del 2011 e ottiene l’acconto 2012

Roma -

Nella trattativa del 16 aprile riguardante l’ex Agenzia del Territorio abbiamo richiesto di firmare immediatamente l’accordo per l’acconto della professionalità per l’anno 2012 esattamente con gli stessi criteri adottati all’Agenzia delle Entrate, ossia per area di appartenenza e non per fasce economiche, che favoriscono, ormai da anni, le posizioni apicali della terza area piuttosto che quelle di prima e seconda area.

 

Stessa operazione andrebbe fatta per la produttività collettiva 2011 in modo di aumentare il salario accessorio ai lavoratori di prima e seconda area.

 

Oggi 18 aprile l’Agenzia ha accolto la nostra richiesta pagando l’anticipo del 2012 con i parametri di Area, ci batteremo perché ciò avvenga anche nel pagamento del fondo 2011.

 

L’amministrazione vuole impegnare cifre del fondo di tutti i lavoratori per pagare i conservatori e si appella al fatto che all’agenzia delle entrate ci sono le posizioni organizzative, che comunque, vogliamo ricordare, vengono pagate solo in quota parte con il FSRUP.

 

Insomma l’amministrazione vuole riconoscere un indennità per i Conservatori cui dal  luglio 2011 sono state attribuite alcune responsabilità prima in capo ai  dirigenti. Si propongono di pagare, con i soldi di tutti i lavoratori, un’indennità aggiuntiva che può variare da un minimo di 400 euro ad un massimo di 875 euro lordi al mese. Si avete capito bene, al mese non all’anno. Come USB abbiamo detto che visto che i dirigenti, grazie a quest’operazione, hanno meno  responsabilità, non si comprende perché queste indennità debbano ricadere sul fondo delle aree professionali e invece non le possa pagare l’agenzia con fondi propri.  E’ evidente che non accetteremo mai uno scippo del genere al salario delle lavoratrici e dei lavoratori dell’ex agenzia del territorio.

 

L’USB ha inoltre chiesto che  nella costituzione  del fondo venisse considerata , almeno una parte del comma 165 come fissa e ricorrente (esattamente il 28,8%) così come avviene alle Entrate per avere più fondi  disponibili per effettuare altre progressioni economiche e concludere il percorso avviato.

 

Nella ripartizione del fondo l’USB ha contestato le cifre assegnate alla professionalità collettiva chiedendo di aumentarle in modo considerevole diminuendole dalla produttività d’ufficio che ricordiamo essere sbilanciata e che con gli attuali parametri non distribuisce le risorse in modo equo da anni (ricordiamo che basta togliere le soglie per sistemare la sperequazione).

 

La riunione è stata spostata alla prossima settimana  speriamo che le nostre proposte siano accolte e che si portino più soldi in tasca a chi ne ha sempre più bisogno così come avvenuto già oggi con l’anticipo per il 2012.

 

Scarica l'accordo sull'anticipo del 2012 in fondo alla pagina

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni