Entrate - Sbloccati gli accordi 2009 e 2010, ecco il resoconto della lunga giornata di confronto. Leggetelo fino in fondo...

Confronto alle Entrate, un primo resoconto del lungo 19 aprile

Roma -

Nel corso della giornata di ieri sono successe molte cose che meritano un approfondimento e sulle quali quindi torneremo di nuovo con separati comunicati sindacali.

Ci preme tuttavia informare già da questa mattina i lavoratori sull'esito del confronto  che si è svolto su tre distinti argomenti.

Il primo punto all'ordine del giorno riguardava la certificazione degli accordi sul FPSRUP 2009 e 2010, bloccati da mesi in sede di certificazione da IGOP e Funzione Pubblica.

Come già avevamo detto dopo l'incontro in Funzione Pubblica di martedì 12 aprile, la certificazione era questione di giorni e infatti gli accordi sono stati approvati il 18 aprile 2010. Tuttavia la soluzione individuata dall'Agenzia, che permette di mantenere inalterati gli accordi su FPSRUP 2009 e 2010 e quindi anche sui passaggi economici, non consente nessun ottimismo su ulteriori future operazioni di progressione economica.

Nella nota a verbale allegata all'accordo definitivo sulle progressioni economiche 2010, che USB non ha firmato dopo non aver firmato la preintesa, precisiamo ulteriormente le ragioni della nostra non-firma.

E' stato poi sottoscritto l'accordo sul FPSRUP 2009 e abbiamo segnalato alcune forzature che l'amministrazione sta tentando di esercitare sui tavoli negoziali locali nel tentativo di modificare lo spirito e l'impianto dell'accordo sui cui limiti ci siamo già espressi in sede di firma della preintesa.

L'impressione è che non sia più rimandabile una sostanziale revisione dei meccanismi di finanziamento e di funzionamento dei fondi aziendali. La prossima non imminente apertura delle Convenzioni 2011 (entro fine giugno) sarà l'occasione per tornare sulle nostre proposte di riordino della materia.

Il secondo argomento all'ordine del giorno, riguardante i CAM e i COp, è stato rinviato al prossimo 27 aprile. Rimandiamo a un successivo comunicato le nostre valutazioni limitandoci qui a dire che USB chiede di affrontare globalmente l'organizzazione dei servizi e ha chiesto ieri in trattativa di considerare fra gli argomenti di discussione la vicenda della riorganizzazione della tassazione degli atti pubblici nell'area metropolitana di Roma, la chiusura dell'ufficio territoriale di via Nanni Costa a Bologna, l'apertura di micro-sportelli decentrati nell'area di Milano e più generalmente il futuro dei servizi. Ovviamente i CAM, i COp e anche i mini-CAM sono parte integrante di questa valutazione.

Il prossimo 27 aprile sarà per noi interessante conoscere le risposte dell'amministrazione - che continua a prendere tempo - rispetto alla vicenda dei software illegali Cognos e CCPulse che sono stati oggetto di una sentenza di condanna da parte del giudice e sui quali si attende il giudizio del Tribunale del Lavoro. Nell'attesa, abbiamo formalizzato la diffida stragiudiziale con cui si chiede la disattivazione immediata dei software-spia installati nelle strutture periferiche dell'Agenzia. Questa continua inspiegabilmente a essere una battaglia condotta solo da USB…

Abbiamo chiesto notizie sullo sblocco del concorso per i 2mila passaggi in terza area e l'amministrazione ha negato che la procedura sia su un binario morto. Tuttavia, poiché nessuno a parte USB continua a chiederne formalmente e informalmente lo sblocco e altre organizzazioni sindacali come la Cisl ad esempio, si limitano a bollare come impraticabili le soluzioni prospettate dalla nostra organizzazione sindacale, nel silenzio totale degli altri convenuti… possiamo dire che la procedura non è più su un binario morto ma si trova in un vicolo cieco. La sostanza non cambia.

Per quanto riguarda la vicenda degli idonei non vincitori dell'ultimo concorso, l'Agenzia ha ribadito quanto affermato già in altre sedi istituzionali e cioè che l'assunzione dei 120 ex tirocinanti è subordinata al rifinanziamento dei tagli al bilancio dell'Agenzia, atteso con la prossima manovra di assestamento dei conti.


Infine, l'amministrazione ha presentato i doni di Pasqua per i suoi lavoratori: due informative su revisione (peggioramento) dell'orario di lavoro e di servizio; revisione e revoca dei part time come previsto dall'articolo 16 del collegato-lavoro. Vi rimandiamo ai comunicati già pubblicati da USB sul suo sito per quanto riguarda la questione del part time. E più generalmente vi invitiamo alla lettura delle due informative, pubblicate in fondo a questa pagina.

Sono gradite osservazioni. Anche sulla questione dell'orario di lavoro/servizio (la proposta dell'amministrazione sconvolge l'attuale assetto dei profili di lavoro) torneremo nei prossimi giorni con una riflessione più approfondita.

Buon lavoro e buona Pasqua...

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni