Piemonte - Entrate, CORONAVIRUS, incontro in Direzione Regionale

Torino -

Nella riunione in DRE di martedì 25 febbraio sull’urgenza “Coronavirus”, USB PI ha chiesto che in tutto il Piemonte siano ridotte tutte le attività di sportello, con apertura solo delle postazioni di front office che rispettino le prescrizioni dettate dal Ministero della Salute.

Analogamente dovranno essere rimodulate tutte le attività di contatto con il pubblico comprese le verifiche esterne.

Abbiamo inoltre chiesto che l’assenza per i lavoratori obbligati a stare casa per esigenze familiari collegate alla chiusura obbligatoria delle scuole sia qualificabile come assenza giustificata, senza decurtazione di giorni di ferie o senza il ricorso ad altri istituti.

Infine abbiamo chiesto l’immediato aggiornamento del DVR (Documento di Valutazione dei rischi) strumento che permetterebbe di gestire la situazione con meno confusione, dando risposte concrete e indicando procedure uniformi da seguire.

Ecco alcune richieste specifiche di USB:

    1. installare barriere protettive (plexiglas o altro materiale) agli sportelli;
    2. procedere all’aggiornamento del DVR;
    3. fornire indicazioni operative puntuali ai coordinatori di front office e ai Direttori Uffici territoriali in relazione alla limitazione del numero di utenti, con quantificazione degli stessi sulla base dell’aggiornamento del DVR e di concerto col medico competente;
    4. limitare il numero degli sportelli aperti contemporaneamente;
    5. rimodulazione delle attività di sportello e di tutte le altre attività a contatto con il pubblico;
    6. ove ciò non sia ancora avvenuto, rendere disponibili al personale detergenti alcolici negli Uffici e vigilare quotidianamente sulla presenza di sapone e carta nei servizi igienici, dedicati sia al personale che all’utenza;

Abbiamo anche sottolineato che la pulizia straordinaria e le dotazioni per l’igiene personale devono coprire tutti i piani e non limitarsi alle zone di accesso al pubblico, perché tutti i lavoratori sono potenzialmente dei portatori.

La DRE ha in corso di emanazione una nota operativa (non ancora resa pubblica, ma simile a quella già diramata in Liguria) che arriverà a breve che dovrebbe fornire nuove indicazioni sulle attività lavorative e sulla gestione di questa emergenza.

Alcune anticipazioni:  riduzione attività di sportello, limitazione degli accessi, aumento delle attività di pulizia, fornitura di materiale per l’igiene.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni