Piemonte, Entrate: USB chiede il riconoscimento del FPSRUP 2016 -2017 anche per chi si trovava in congedo parentale

Torino -

Con riferimento ai criteri di ripartizione del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività dell’anno 2016 e 2017, in rapporto al vigente CCNL, Funzioni Centrali, periodo 2016-2018, l’USB ha riscontrato un’importante criticità da superare in tempi brevi al fine di non creare situazioni disomogenee e inique all’interno dei diversi Uffici dell’Agenzia.

In particolare, il congedo dei genitori, nella nuova stesura inserita nell’art. 44 del CCNL, Funzioni Centrali, periodo 2016-2018, assume una rilevanza retributiva, ai fini del Fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività, differente rispetto al passato.

 

Dalla lettura del vigente contratto, riteniamo che per chi usufruisce del periodo di astensione facoltativa dal lavoro per maternità, primi trenta giorni, art. 32, c. 1, D. Lgs. n. 151/2001, e del periodo di congedo per malattia figlio, art. 47, D. Lgs. n. 151/2001 (trenta giorni), spettano oltre all’intera retribuzione fissa mensile, comprensiva dell’indennità di agenzia e dell’indennità di posizione organizzativa di cui all’art. 28 anche i premi correlati alla performance secondo i criteri previsti dalla contrattazione integrativa.

Tenuto conto dell’approssimarsi delle trattative locali per il FPSRUP 2016 e 2017, la scrivente O.S. ha scritto alla Direzione Regionale del Piemonte, chiedendo di adoperarsi affinché in tutti gli Uffici vengano integralmente riconosciute le premialità correlate alla performance a tutto il personale che ha usufruito del suddetto congedo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni