TOSCANA - DOGANE: ACCORDO MOBILITA' VOLONTARIA

 

INCONTRO IN DID DEL 10 OTTOBRE

ACCORDO MOBILITA’ VOLONTARIA E ALTRE NEWS

 

Firenze -

Inoltriamo in allegato a tutti i colleghi della Toscana, l'accordo sottoscritto oggi in Direzione Interregionale, riguardo alla mobilità volontaria.

E' un passo importante per dare a tutti la possibilità di richiedere un trasferimento, in modo chiaro e trasparente.

Erano ormai otto anni che da noi mancava un accordo di questo tipo, riteniamo che sia rivedibile e perfettibile ma un passo comunque significativo per i colleghi.

A breve quindi l'amministrazione emanerà il relativo bando, per concludere tutta l'operazione possibilmente entro quest'anno.

Riguardo ai colloqui tenuti in questi giorni in DID, inerenti richieste di comando annuale presso le Dogane (Toscana-Umbria), ne sono stati sostenuti 32 e ne rimangono da fare almeno 3, mentre per la Sardegna sono stati 20.

Non è dato sapere al momento quanti saranno i comandi che si concretizzeranno, sappiamo solo che per esempio alla Sicilia ne sono stati accordati dalla Direzione Centrale solo 3.

Diverso sarà per i lavoratori provenienti da comuni, province, Croce Rossa Italiana, essendo richieste di mobilità fra amministrazioni il loro trasferimento sarà definitivo, ma sui numeri anche in questo caso non si hanno dati certi. La USB ha chiesto conferma per le due unità che parrebbero sicure per l'UD di Pisa, provenienti dalla CRI, ma anche in questo caso non c'è ancora certezza: sui numeri e modalità le decisioni sono centrali. 

Tematica importante trattata è quella dei colleghi dell' UD di Firenze e dell'attuale (infelice) collocazione dell'ufficio. Il Direttore ci ha esposto lo stato dei fatti, ci ha detto di essersi attivato con il Comune di Firenze e con il Demanio locale, e di essere in contatto anche con quello nazionale. Riguardo alle possibilità fino ad oggi prospettate, alcune di grandi dimensioni, ci sarebbe ancora la possibilità di una "cittadella del fisco", ma è necessario che le amministrazioni si parlino fra loro.

La USB aveva per prima lanciato la proposta di una conferenza di servizi, appunto per mettersi tutti intorno ad un tavolo e analizzare  in modo fattivo la situazione, e sta ancora lavorando attivamente perchè almeno questo incontro, che potrebbe essere fortemente propulsivo,  si concretizzi.

Dobbiamo dire che siamo rimasti fortemente sbalorditi da un'affermazione che ci è stata riportata, e che pare sia stata comunicata ai lavoratori dell' UD Firenze, secondo la quale la richiesta di conferenza di servizi sarebbe  pronta da tempo, preparata da una sigla, ma rimane in stand by perchè "gli altri sindacati non la firmano".

Come già detto la USB ha lanciato la proposta e la sostiene, ed ha lavorato perché si mettesse in opera la richiesta.

Smentiamo in modo assoluto queste voci, che possono essere utili solo a screditare le altre organizzazioni ed a mettere confusione fra i lavoratori: 

USB non ha mai ricevuto né una mail né una telefonata che le richiedesse di sottoscrivere una richiesta. 

E ci stiamo adoperando invece perché questa possibilità diventi una realtà.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni