Veneto - Entrate, Non bocciate i tirocinanti

Venezia -

Lunedì 8 novembre alle ore 12.00

 

Presso l’entrata dell’ex Centro di Servizio dell’Agenzia delle Entrate di via De Marchi a Marghera (ve) dove si svolgeranno le prove selettive dei lavoratori precari

 

Conferenza stampa “ non bocciate i tirocinanti!”

 

Negli Uffici delle Entrate del Veneto, 105 precari, assunti con la formula del “tirocinio” si troveranno in base al bando concorsuale,  a subire, a partire dall’8 novembre, ad una terza prova selettiva,  presso la DRE che si trova nello stabile di Via De Marchi a Marghera, in base alla quale solo il 60% del Personale che è stato chiamato a sostenere i 6 mesi di tirocinio sarà dichiarato vincitore.

 

Si tratta, crediamo sia il caso di ricordarlo, di colleghi tirocinanti provvisti di laurea, che hanno già affrontato e superato le 2 prove d’esame con risultati tali da trovarsi in cima alla graduatoria concorsuale, e che in questi 6 mesi hanno dimostrato ulteriormente attitudini e capacità nel ruolo di funzionario dell’Agenzia, ricevendo per altro in cambio un trattamento economico e nei diritti di gran lunga inferiore rispetto al ruolo ed alle attività lavorative che stanno di fatto svolgendo.

 

Non solo, Lavoratori che in gran parte, ed era presumibile, sono stati chiamati a far fronte a disagi, cambiamenti e costi di chi non era residente in questa regione e che adesso, alla luce di un bando che per questo non comprendiamo, anche dopo aver positivamente dimostrato preparazione e capacità, rischiano comunque di non essere assunti.

 

Un’eventualità che per RdB USB costituisce un’evidente questione sindacale che come tale deve essere affrontata.

 

Non si tratta solo di una normale richiesta di incremento dei posti messi a concorso, ma di rispetto dei diritti e della dignità delle Persone.

 

Ci conforta l’esito della precedente analoga tornata concorsuale, conclusasi positivamente con l’assunzione di tutti gli idonei al di là dei posti originariamente messi a concorso.

 

In questa tornata concorsuale vogliamo sperare che non ci siano, come invece si è verificato nella precedente, dei bocciati, per i quali la bocciatura significherebbe precipitare nella disoccupazione.

 

D’altronde, crediamo debba essere anche interesse ed obbligo dell’Agenzia e, nello specifico, anche di codesta Direzione, impegnarsi attivamente per non disperdere e rendere inutile quel patrimonio prezioso di formazione, preparazione e capacità. A ciò si aggiunge una situazione generale degli Uffici di grave disagio, dovuto all’aumento insostenibile dei carichi di lavoro ed all’insufficienza delle risorse assegnate. Davvero sarebbe una contraddizione insopportabile, che ha il sapore di una beffa, disperdere il patrimonio di risorse costituito da queste 105 unità, mentre molti Uffici del Veneto in sofferenza continuano a chiedere personale.

 

Stabilizzazione di tutti i  105 precari (tirocinanti)!presso le Entrate del Veneto !

 

Scarica il comunicato in fondo alla pagina

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni