Veneto - Mobilitiamoci contro la riforma della produttività che verrà approvata entro 60 giorni!

Padova -

La nuova parola chiave è “PERFORMANCE”: tutti saremo chiamati a competere e gareggiare con i colleghi per dimostrare di essere più bravi rompendo ogni legame solidale e di equipe.

 

Solo il 25% dei dipendenti saranno meritevoli di ricevere il 100% degli incentivi e avranno la precedenza nello scorrimento di fascia e negli avanzamenti verticali di carriera; il 50% riceverà gli incentivi dimezzati, mentre il rimanente 25% non avrà nessun incentivo, verrà penalizzato nelle progressioni economiche e, inoltre, la collocazione per 3 anni consecutivi nella fascia bassa rappresenterà “attestazione di insufficiente rendimento” rischiando il licenziamento disciplinare per demerito. La quota economica interessata per ora è il 12/15% dello stipendio. Ma secondo il ministro Sacconi  questo sistema deve interessare fino il 40% dello stipendio.

Ai dirigenti, primari, coordinatori, viene assegnato l’obbligo di selezionare  e valutare il dipendente pena la perdita a loro volta degli incentivi.

Vengono introdotti strumenti e voci stipendiali (“Bonus eccellenza”, “premio innovazione”, “premio efficienza”, “progressioni economiche”, “avanzamento di carriera”, “attribuzione incarichi”) che vanno a dividere e a umiliare i lavoratori.

Gli avanzamenti di carriera avvengono tramite concorso pubblico, con riserva dei posti non superiore al 50%. à Termina la durata biennale del contratto per passare al triennio grazie agli accordi Governo-Confindustria-CISL-UIL-UGL-CONFSAL-USAE e di fatto accettato da CGIL.

I comparti di contrattazione (quindi i CCNL), da 10 si riducono a 2: Stato centrale e Amministrazioni decentrate, cui corrispondono due aree dirigenziali.

La rappresentatività sindacale per i prossimi rinnovi contrattuali rimane quella certificata attualmente e le RSU in carica sono prorogate anche per il prossimo triennio. à I sindacati vengono esautorati della loro funzione e vengono semplicemente “informati”. Le Organizzazioni Sindacali che non accetteranno questo impoverimento generalizzato e non  firmeranno  avranno la vita sempre più difficile.

La contrattazione decentrata può avvenire tra più amministrazioni o in ambiti territoriali specifici dando così la possibilità di differenziare gli stipendi pur facendo lo stesso lavoro.

Viene introdotto il licenziamento disciplinare per:

- alterazione dei sistemi di rilevazione della presenza;

- assenza ingiustificata per più di 3 giorni nel biennio;

- rifiuto al trasferimento disposto dall’amministrazione;

- reiterazione, al lavoro, di gravi condotte aggressive o moleste o minacciose o ingiuriose;

- valutazione di insufficiente rendimento in un arco temporale non inferiore al biennio.

Reclusione da 1 a 5 anni e multa da 400 a 1600 € in caso di falsa attestazione di presenza in servizio - assenza giustificata con certificato medico falso - falsa attestazione di malattia. La medesima pena si applica al medico e a chi concorre nella commissione del delitto.

Sono confermate le fasce di reperibilità in caso di malattia: ore 8.00-13.00 e 14.00-20.00 di tutti i giorni compresi i non lavorativi e i festivi.

 

Ecco il calendario delle assemblee indette da RdB CUB Agenzie Fiscali:

Lunedì 25 ore 12.00-12.30 a Padova 2.

Martedì 26 ore 10-11 in Dogana a Padova e alle 12.00-12.30 alle Entrate di Cittadella.

Mercoledì 27 ore 11.45-12.30 Territorio e Padova 1 assieme.

Giovedì 28 ore 12.00-12.30 alle Entrate di Este.

Venerdì 29 ore 12.00-13.00 alla SOT di Rovigo della Dogana.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni