Emilia Romagna - Mobilità straordinaria alle Entrate e lettera RdB alle Dogane per l'indennità di sede disagiata.

Bologna -

 

Firmato oggi l’accordo che permetterà di accontentare in tempi brevissimi tutte le richieste di mobilità regionale rimaste non accolte nel 2007, sia per la seconda che per la terza area.
 

Si tratta di 27 mobilità, alle quali se ne aggiungono altre 24 riservate ai colleghi ex Cfl assunti nel 2006 e che erano stati ingiustamente esclusi dall’ultima procedura, per i quali vengono adesso riaperti brevissimamente i termini per la presentazione delle domande.
 

51 posti complessivi, oltre ai quali l’accordo prevede, nei limiti delle esigenze organiche degli uffici, ulteriori scorrimenti per i colleghi ex Cfl assunti nel 2006 e poi nel 2007.
 

La procedura è già sul sito intranet della Dre. Occhio alla scadenza fissata al 31 gennaio, sia per le domande che per le eventuali rinunce.

 


Agenzia delle Dogane - Direzione Regionale dell'Emilia Romagna

e, per conoscenza:


Agenzia delle Dogane Ufficio delle Dogane di Bologna


RdB CuB Agenzie Fiscali - Roma

Oggetto: Indennità di sede disagiata - Art.4 Legge 852 del 21.12.78

Risulta alla scrivente O.S. che nel corso dell'anno 2006 non si sia provveduto a liquidare l'indennità in oggetto ai Lavoratori in servizio presso la Dogana Aeroporto di Bologna secondo i criteri stabiliti dalle leggi vigenti.


In particolare, risulta che il personale in turno pomeridiano ai Viaggiatori non abbia percepito la suddetta indennità adducendo la motivazione che in quell'arco orario di servizio era disponibile un collegamento autobus per la città capoluogo; inoltre, risulta ancora che al restante personale, sempre in servizio presso l'Aeroporto ma con incarico presso uffici diversi dai Viaggiatori, veniva riconosciuta, invece della "sede disagiata", l’indennità di area metropolitana (Legge 142 del 8.6.90 e D.Lvo. 267 del 18.2.2000).


Appare superfluo ricordare come l'indennità di sede disagiata venga corrisposta a quelle Dogane che rispondono a determinate condizioni tra le quali non rientra la presenza o meno di collegamento pubblico, oltretutto di tipo privato; solo nel prossimo CCNI forse, e si sottolinea forse, saranno variati i criteri per l'assegnazione dell’indennità in questione.


Così come è evidente che, se spettante, debba essere riconosciuta a TUTTO il personale in servizio presso la Dogana Aeroporto di Bologna (come si verifica per esempio negli Aeroporti di Fiumicino e Malpensa).


Per tutto quanto sopra detto, si chiede di poter accedere, secondo i termini di legge, ai tabulati ed alla documentazione relativa al pagamento dell'indennità in oggetto per l'anno 2006.


Tale verifica sarà a cura dei sottoscritti firmatari della presente. E’ evidente come, trascorso inutilmente un congruo periodo senza risposta positiva da parte dell'Amministrazione, non si potrà non coinvolgere la struttura sindacale nazionale e la Direzione Centrale delle Dogane, oltre che dar seguito ad ogni tipologia di iniziativa a tutela degli interessi e dei diritti del Personale.


Si ritiene utile sia per l'Amministrazione che per la scrivente chiarire in tempi brevi se l'ipotesi di errore sopra descritto risulti veritiero o frutto di errata comunicazione.


Fiduciosi in un cortese e sollecito interessamento, in attesa di riscontro, si porgono distinti saluti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni