Entrate Firenze 2. Assemblea

Firenze -

I lavoratori dell’Agenzia delle Entrate Ufficio di Firenze 2, riuniti in assemblea in data  9/1/2006, a seguito dello stallo delle trattative sul rinnovo del contratto di lavoro delle Agenzie Fiscali biennio economico 2004/2005 e facendo seguito anche allo stato di agitazione proclamato dalle OO.SS. nazionali e regionali, hanno deciso di attivare le seguenti forme di protesta a far data dal 10/1/2006:                                 

  • CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEE GIORNALIERE, ANCHE SPONTANEE E SENZA     PREAVVISO FINO ALLA RISOLUZIONE DELLA VERTENZA; PER LA GIORNATA DI DOMANI 10/1 L’ASSEMBLEA E’ CONVOCATA DALLE ORE 12 ALLE ORE 12,30.
  • SARA’ ACCETTATA AL FRONT-OFFICE UNA PRATICA PER OGNI UTENTE SOLO CON DELEGA E DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (NON SARANNO GESTITE PRATICHE CON NUMERI CONSECUTIVI); ALL’AREA CONTROLLO ANALOGAMENTE SARA’ TRATTATA LA PRATICA SOLO CON DELEGA E/O DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO. IN OGNI CASO I PROFESSIONISTI DOVRANNO ESIBIRE IL TESSERINO DI APPARTENENZA ALL’ORDINE PROFESSIONALE;
  • IN CASO DI APPUNTAMENTI FISSATI DURANTE GLI ORARI DELLE ASSEMBLEE, ESSI DOVRANNO ESSERE RINVIATI TRAMITE LE MODALITA’ ORDINARIE DI PRENOTAZIONE.
  • INDISPONIBILITA’ DEL PERSONALE A TUTTE LE INIZIATIVE DI IMMAGINE ORGANIZZATE DALL’AGENZIA (MOSTRE ,CONVEGNI,SALONI,ETC..).
  • ASTENSIONE DEL PERSONALE DALL’UTILIZZO DEL MEZZO PROPRIO PER  INCARICHI ESTERNI E RICHIESTA DELL’ANTICIPO DEL 75% DELLE SPESE PREVISTE.
  • APPLICAZIONE RIGOROSA DELLE PAUSE PREVISTE DAL D.L.vo  626/94 art. 54, OVVERO 15 MINUTI DI PAUSA DOPO DUE ORE DI LAVORO AL PC.
  • SOSPENSIONE DELL’APPLICAZIONE DELLA PROCEDURA “PROFILO UTENTE”.
  • BLOCCO DA PARTE DELLE RSU DI TUTTE LE TRATTATIVE NON AVENTI AD OGGETTO LA DISTRIBUZIONE DI FONDI AL PERSONALE O CHE COMUNQUE NON SIANO A TUTELA DELLO STESSO.
  • SOSPENSIONE DELLA DISPONIBILITA’ DA PARTE DEL PERSONALE ALL’APERTURA E ALLA CHIUSURA DELL’UFFICIO IN CASO DI ASSENZA  DEL CUSTODE.
  • SOSPENSIONE  DELLE ATTIVITA’ EFFETTUATE IN REGIME DI STRAORDINARIO ANCHE IN CONSIDERAZIONE DEL FATTO CHE I CRITERI DI EROGAZIONE DELLO STESSO PER L’ANNO 2006 NON SONO STATI ANCORA OGGETTO DI CONTRATTAZIONE.
  • SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA’ CHE NON SIANO SUPPORTATE DA ORDINE DI SERVIZIO PREVENTIVAMENTE CONCORDATE E CHE NON RIENTRINO NELLE MANSIONI PREVISTE DAL PROFILO DI APPARTENENZA.
  • SOSPENSIONE DELL’ATTIVITA’ DI FORMAZIONE SIA IN QUALITA’ DI DOCENTE CHE DI DISCENTE, IVI COMPRESO L’AFFIANCAMENTO.
  • SOSPENSIONE DELL’ATTIVITA’ DI INFORMAZIONI TELEFONICHE.

Le modalità suddette, messe in votazione singolarmente, sono state tutte approvate all’unanimità o quasi all’unanimità con l’impegno a verificare le decisioni prese.

Alle suddette iniziative ne saranno affiancate altre che verranno discusse e decise nelle prossime Assemblee, con priorità per tutto ciò che sia visibile all’esterno.

Si rammenta che qualsiasi pressione, intimidazione, condizionamento a livello personale o collettivo nei confronti dei lavoratori che aderiranno allo stato di agitazione, verrà considerato comportamento antisindacale, sanzionabile ai sensi delle vigenti normative di legge.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni