Aran convoca per il 26 gennaio... e noi non demordiamo!

Roma -

Per questo motivo ieri abbiamo incontrato le altre sigle sindacali e ragionato sull’approccio alla riunione della prossima settimana. Abbiamo pensato che, dopo lunedì 16, dobbiamo continuare a dimostrare compattezza e determinazione. Di seguito il comunicato unitario che abbiamo elaborato ieri nel pomeriggio.

Quindi… la lotta resta in piedi… anzi, viene affiancata da un’iniziativa contemporanea in tutta Italia. I giorni 24, 25 e 26 gennaio, in tutti i posti di lavoro, devono essere tenute assemblee di mezz’ora, dalle 10,30 alle 11,00… si consiglia coloro che partecipano all’assemblea di spegnere i computer… il black-out informatico che ne deriverà sarà un segnale chiaro per chi deve farci la sua proposta… durante le assemblee dovranno essere votate ed inviate mozioni (invieremo facsimile nei prossimi giorni) con i contenuti della vertenza… infine, a Roma, il 26 pomeriggio organizzeremo un presidio presso l’ARAN, per far sentire la voce dei lavoratori…

 

CGIL FP     CISL FP    UIL PA     SALFI     RDB/CUB   FLP     

Alle strutture territoriali - Ai lavoratori delle Agenzie fiscali

VOGLIAMO “QUESTO” CONTRATTO

Questa la parola d’ordine.

Il 26 gennaio, alle ore 16,30 siamo convocati all’ARAN per riavviare le trattative per il 2° Biennio economico del CCNL

Ci presentiamo, forti della protesta dei lavoratori finanziari non per ottenere un contratto qualsiasi ma per ottenere QUESTO CONTRATTO:

·          almeno 116 euro medi, calcolati sulla posizione ex B3;

·          computo della Indennità di Agenzia ai fini previdenziali;

·          buono pasto a 7 euro;

·          rivisitazione dell’istituto che decurta il salario in caso di malattia inferiore a 15 giorni.

 

Questo è il Contratto per il quale abbiamo combattuto, questo è il Contratto che vogliamo firmare.

Non basta, pero, la convocazione dell’ARAN. Dobbiamo arrivare al giorno del confronto con una posizione di forza. Dobbiamo, cioè,  “non mollare” proprio in questi giorni.

Per questo abbiamo deciso di confermare tutte le forme di agitazione già decise a livello territoriale e, inoltre, di tenere  - nelle giornate di martedì 24, mercoledì 25 e giovedì 26 -  assemblee di mezz’ora, contemporanee, dalle 10.30 alle 11,  in tutti gli uffici d’Italia. Le assemblee saranno indette unitariamente dalle OO.SS. territoriali.

Chiediamo anche alle Federazioni di Roma uno sforzo organizzativo straordinario: un imponente presidio, il 26 gennaio, dei lavoratori davanti alla sede dell’ARAN in concomitanza con la trattativa.

Chiediamo, infine, di inviare mozioni assembleari unitarie al Ministero dell’Economia, alla Funzione Pubblica, all’ARAN e alle Agenzie Fiscali con i contenuti delle nostre rivendicazioni.

Roma 19 gennaio 2006

CGILFP         CISLFP      UILPA      SALFI     RdB/Cub       FLP

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni