Sicilia – Entrate, continua e cresce il malcontento a Ragusa

Ragusa -

USB Pubblico Impiego Ragusa ha proclamato lo stato di agitazione all’Agenzia delle Entrate di Ragusa a cui hanno aderito tutti i Lavoratori e le Lavoratrici dell’Ufficio territoriale di Vittoria, riuniti in assemblea il 7 luglio 2022.

La situazione in tutta la DP di Ragusa è drammatica, con gravi ripercussioni sulla salute dei Lavoratori e delle Lavoratrici e con notevoli disagi per l’utenza.

USB denuncia una situazione all’Agenzia delle Entrate, DP Ragusa, ormai al collasso e di ciò ne danno prova i dati OGGETTIVI del personale: nel 2018 la DP di Ragusa, escluso l’Ufficio del territorio, era composta da 143 Lavoratori; oggi, compreso l’Ufficio del territorio, i Lavoratori dell’Agenzia delle Entrate sono 91, comprese le figure apicali (POER e Capi uffici).

Lo scandalo, perché tale è ed è al contempo l’immagine di tutta la DP di Ragusa, è l’ABBANDONO in cui versa l’ufficio di Vittoria: ma come è possibile lasciare un Ufficio, come quello appunto di Vittoria, con soli 8 Lavoratori ai quali chiedere (IMPORRE) di fare tutto e quasi contemporaneamente.

Una così drastica riduzione del personale in DP Ragusa e allo stesso tempo una mancata variazione proporzionale degli obiettivi, dimostrano una sola cosa: c’è un atteggiamento colpevole dell’amministrazione che non ha alcuna intenzione di tutelare, pur essendo suo preciso dovere di legge, la salute dei suoi dipendenti, pur di raggiungere i suoi obiettivi.

È chiara la Circolare 21 del 20 giugno 2022 dell’Agenzia delle Entrate: nonostante la grave crisi di personale, tutte le attività assegnate agli Uffici sono in aumento.

Ciò sia per quanto riguarda i servizi che con riferimento alle attività di prevenzione e contrasto all’evasione.

Carenza di personale, carichi di lavoro in aumento, sono questi elementi che stanno letteralmente uccidendo i Lavoratori e le Lavoratrici della DP di Ragusa che vivono quotidianamente il lavoro con rabbia e frustrazione.

Il diritto alla salute, costituzionalmente garantito, si lega intimamente al diritto al lavoro e non è concepibile per USB che il diritto al lavoro si trasformi in strumento di sfruttamento da cui deriva stress e, quindi, deterioramento della qualità della vita.

USB Pubblico Impiego Ragusa – Agenzie Fiscali - dice BASTA ed ha proclamato lo stato di agitazione.

Si invitano i Lavoratori e le Lavoratrici:

  • Attenersi al proprio profilo orario senza effettuare ore di straordinario;
  • Attenersi scrupolosamente agli ordini di servizio assegnati senza effettuare lavorazioni, compresa la presenza allo sportello, se non correttamente predisposta;
  • A non effettuare lavorazioni per cui non si è avuta adeguata formazione;
  • Ad effettuare una lavorazione alla volta al fine di evitare errori e successive contestazioni (ad esempio, durante l’attività di sportello non è possibile svolgere altre lavorazioni);
  • A rispettare le pause previste per i terminalisti dalla legge sulla sicurezza

A giorni USB chiederà alla Prefettura, alla quale è stato notificato lo stato di agitazione, la convocazione del direttore regionale e del direttore provinciale per attivare la procedura di c.d. raffreddamento.

Seguiranno ulteriori azioni a tutela della salute dei Lavoratori e delle Lavoratrici di TUTTA L’AGENZIA DELLE ENTRATE - DP DI RAGUSA.

USB Pubblico impiego - Agenzie Fiscali Sicilia

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati